Franca Tarchi Curriculum
Pubblicazioni
Progetti di ricerca in corso
Acarologia
Qualifica: Collaboratore tecnico
Ambito d'interesse:Collabora all’attività di ricerca e sperimentazione sulla bio-ecologia di acari  fitofagi e predatori per applicazioni di lotta biologica su piante d’interesse     agrario.   Si occupa della raccolta acari su campo e dell’estrazione di acari con  varie tecniche di laboratorio, della preparazione vetrini e della conduzione allevamenti massali in laboratorio e in serra.
Telefono: 39-055-2492.231
E-mail:
franca.tarchi@isza.it

 

Curriculum:

inizio della pagina

Dal 1982 ad oggi lavora presso l’Istituto Sperimentale per la Zoologia Agraria nella sezione di Acarologia, dove svolge numerose attività, partecipando all'impostazione e alla gestione di sperimentazioni che riguardano lo studio della bio-ecologia delle principali specie di acari fitofagi e di acari predatori in laboratorio, sul campo e in serra. In particolare, è responsabile del mantenimento in purezza di acari allergenici e si occupa della gestione degli allevamenti in laboratorio di acari fitofagi (Tetranychidae, Tydeidae) e di acari predatori Phytoseidae nell'ambito dell'applicazione della difesa biologica e integrata di colture orticole e frutticole

 

Dal 1993 al 1996 ha collaborato nel Progetto di Ricerca dal titolo: "Effetti esercitati dalle diverse tecniche colturali sulle popolazioni degli acari nell'agroecosistema vigneto" in particolare con il prelievo di campioni sul campo, rilevamento dati (Montalcino -Siena) e successive analisi di laboratorio.

 

Dal 1996 al 1998 ha collaborato al Progetto di Ricerca dal titolo: "Utilizzazione di Amblyseius californicus (McGregor) nel controllo biologico degli acari della fragola", in particolare si è occupata di rilievi periodici sulla consistenza delle popolazioni degli acari in studio.

 

Dal 1996 al 1999 ha collaborato al Progetto di Ricerca dal titolo: "Bioecologia di acari Eriofidi dannosi alle conifere in vivaio e metodi di controllo" con la raccolta di campioni e di dati presso le aziende vivaistiche "Il Terzo" Loc. Roselle (GR) e "Il Castellaccio" Loc. Cannara (PG) e con analisi di laboratorio.

 

Dal 1999 al 2002 ha collaborato ai Progetti di Ricerca dal titolo: "L'impiego di Amblyseius californicus e di altri fitoseidi indigeni nel controllo degli acari fitofagi del pomodoro". In particolare in serra e in laboratorio ha effettuato numerosi esperimenti volti a studiare la biologia e il comportamento di acari fitofagi e di acari predatori su varietà geneticamente modificate di pomodoro e a testare la diversa suscettibilità di queste ultime all'attacco dei fitofagi.

 

Dal 1999 al 2005 è responsabile del mantenimento in purezza di acari allergenici da utilizzare per la produzione di vaccini e di desensibilizzanti e partecipa ai Progetti di Ricerca dai titoli: "Dinamica e struttura di popolazioni miste di acari allergenici presenti nelle polveri delle case e dei magazzini di derrate agrarie" e "Monitoraggio degli acari infestanti le derrate alimentari confezionate".

 

Nel 2002 ha collaborato nel Progetto di Ricerca dal titolo: "Fitofarmaci utilizzabili in agricoltura biologica" occupandosi degli allevamenti massali delle varie specie di acari.

 

Dal 2003 partecipa al Progetto Finalizzato MiPAF “PROVIT - Protezione fitosanitaria in viticoltura: riduzione dell'impatto ambientale e sicurezza delle produzioni” che ha lo scopo di caratterizzare l'acarofauna del vigneto per individuare specie da utilizzare come indicatori biologici analizzando le popolazioni di varie specie di acari presenti su vitigni diversi (confronto varietale) e sullo stesso vitigno in vigneti nei quali le strategie di difesa sono diverse (difesa biologica e convenzionale).

 


Pubblicazioni:

inizio della pagina

1. Simoni S., Liguori M., Nannelli R., Sola A., Guidi S., Tarchi F., Goggioli D., Castagnoli M., 2004 – A multivariate approach to classify insecticides on the basis of toxic cumulative effects on Tetranychus urticae and Neoseiulus californicus – 5th Symposium of the European Association of Acarologists – Berlin 26-30 july 2004.

 


Progetti di ricerca in corso:

inizio della pagina

Dal 2004 partecipa con la coordinatrice italiana Dr.ssa M. Castagnoli al Progetto Internazionale EUROMITE (www.evergrant.com/euromite) dal titolo “Development of an economic rearing and transport system for an arid adapted strain of the predatory mite Neoseiulus californicus, for spider mite control” cofinanziato dalla UE (COOP-CT-2004-508090). All’interno del progetto si occupa della ricerca e messa a punto di diete alternative al tetranichide T. urticae per il fitoseide predatore N. californicus, dello studio del ciclo biologico di N. californicus e della sua efficienza riproduttiva a varie condizioni ambientali.

 

 

Home Page I.S.Z.A.   inizio della pagina